Allergie alimentari gravi: come mangiare fuori senza rischi!

0
309
Gambe in Gamba Magazine: 15 strategie per chi soffre di allergie alimentari gravi

Chi soffre di allergie alimentari gravi, per poter mangiare al ristorante senza rischi deve mettere in atto, in media, 15 diverse strategie: dal parlarne subito con il cameriere ad ordinare separatamente rispetto agli altri. Strano ma vero, e a censirle è una ricerca presentata al meeting annuale della American College of Allergy, Asthma and Immunology (ACAAI).

I ricercatori della Cleveland Clinic hanno intervistato i membri di un gruppo sulle allergie alimentari, riguardo le strategie usate al ristorante. «Le persone che usano in media 15 strategie tendono ad evitare di avere reazioni allergiche gravi – spiega Justine Ade, uno degli autori. Quelli che invece le hanno avute in media ne usavano solo sei, che hanno aumentato a 15 dopo aver avuto la reazione allergica grave».

Dal sondaggio dei ricercatori la strategia più usata è risultata essere “parlare con il cameriere appena arrivati”, cosa che fa l’80% degli intervistati; seguita da “ordinare cibi con ingredienti semplici, fare un doppio check del cibo prima di mangiare, evitare ristoranti ad alto rischio di contaminazione e visionare gli ingredienti sul sito web del ristorante“.

Tra i meno usati invece c’è “evitare le ore di maggior affluenza del locale” e “ordinare separatamente i cibi che possono causare allergia“. Fra le altre strategie segnalate ci sono “parlare con lo chef“, “pulire sedie e tavolo” e anche “portare da casa delle integrazioni al pasto“.

Certo, messa così, una cena fuori ha più che altro il sapore di un incubo.

Luca Scaramuzzino è laureato in medicina e chirurgia presso il Campus Bio-Medico di Roma (2016), dove è stato interno per due anni nell'unità operativa di chirurgia plastica e ricostruttiva ed ha svolto la tesi sul trattamento delle ulcere. Ha partecipato a numerosi corsi, di scleroterapia e medicina estetica. Attualmente affianca il padre nel suo lavoro di flebologo e con lui condivide numerose passioni tra le quali la fotografia. Ha partecipato alla realizzazione del libro “Alla gente del Mali” (2012) e all'omonima esposizione presso il P.A.N. di Napoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.